Cinque idee benessere per la bella stagione

Il ritorno della bella stagione segna l’arrivo di un tempo nuovo: il sole trionfa e con la luce aumenta il livello di serotonina, con effetti positivi per l’umore. Per favorire il benessere anche del fisico punta sull’eliminazione delle tossine con una dieta equilibrata e tisane dissetanti. La regola d’oro? Scegli il movimento all’aria aperta: convince anche i più pigri, mette di buon umore e fa bruciare più calorie.

C_4_foto_1311856_imageBagni di luce. L’elioterapia è una pratica secolare. In fondo il genere umano, ben prima che fosse la scienza a decretarlo, ha sempre saputo quanto la luce sia connessa all’energia vitale del pianeta Terra. Prendi anche tu l’occasione delle prime giornate di sole per una pausa relax: basta scegliere un parco oppure un luogo lontano dal traffico dove ritrovare un attimo di calma e godersi un raggio di sole in silenzio.

Riduci le calorie in eccesso.  Attenzione ai condimenti: la dose giusta d’olio equivale a due cucchiaini o un cucchiaio scarso al giorno. Evita le salse balsamiche, ad alto contenuto di grassi e zucchero, opta piuttosto per aceto balsamico tradizionale oppure succo di limone fresco. Se a metà pomeriggio hai fame ricorda di tenere in borsa una manciata di frutta secca oppure scegli di fare merenda con uno yogurt, ottimo anche come dessert leggero e gustoso.

La sete aumenta. A causa delle temperature in aumento durante la giornata può diventare più intenso il desiderio di bere. Trasforma questo bisogno, di cui in inverno si avverte meno la necessità, in un’abitudine per il tuo benessere: ti basta avere un thermos da portare sempre in borsa. Il vantaggio in più è che spenderai meno denaro al bar o nell’angolo macchinette. Tè preparato a casa e infusi ai fiori da insaporire con pezzi di mela, pesca o lavanda sono ottimi anche freddi e, a differenza delle bibite, contengono meno zucchero e zero conservanti.

Cambia la tua dieta. In primavera la natura fiorisce di nuovo: aggiungi ai tuoi piatti il profumo delle erbe aromatiche e della frutta, ti darà una carica vitale capace di influire anche sul buon umore. Se impari a usare la pausa pranzo in modo strategico snellire la silhouette e rendere più luminosa l’epidermide diventerà un gioco da ragazzi: via libera quindi a insalate fantasia e cereali integrali a cui abbinare verdura fresca di stagione.

Un pomeriggio libero. Almeno una volta alla settimana ritaglia due ore tutte per te in cui goderti il meritato relax e lasciar fluire le tensioni. Una chiacchierata con le amiche, un libro sul divano, le terme, oppure semplicemente un’ora di riposo favoriranno il rilassamento a livello muscolare e mentale. Perché il vero benessere nasce da dentro.

Cameriera dona un rene a un cliente colpito da cancro: la storia di Mariana commuove il web

Mariana Villareal non è solo un’attraente cameriera, non è solo una “sirenetta” di un ristorante nei pressi di Atlanta della catena Hooters, che significa appunto “sirene”. E’ soprattutto una ragazza così genorosa da donare un rene a un’anziano cliente che conosceva appena e che aveva perso i suoi reni a causa di un cancro.

20150530_99124_20150530_schermata_2015_05_30_alle_18.37Don Thomas aveva una tristissima prospettiva davanti a sé prima di incontrare Mariana in quel ristorante. I due si conoscevano appena, ma quando la ragazza ha saputo che per Don era vitale riuscire ad avere un rene, si è fatta avanti. «Ho detto: “Beh, io ho due reni, vuoi uno dei miei?” – racconta la ragazza – Lui mi ha guardato e mi ha risposto: “Io accetto”».
Lo slancio di Mariana nasce dalla sua generosità e dall’aver perso sua nonna proprio a causa di un’insufficienza renale. «Non ho potuto fare nulla per salvarla – ha detto la ragazza – Ora mi si è presentata l’occasione per aiutare qualcuno. Se Don potrà vivere due anni in più, felice come non è mai stato, per me va bene così. Io ho fatto la mia parte, ora tocca a Dio tenerlo in vita».
Mariana e Don entreranno in sala operatoria venerdì mattina. Per entrambi, dopo il trapianto, i medici si aspettano una vita in piena salute per anni. «Si può vivere tutta la vita con un solo rene – ha detto il dottor Harrison Pollinger del Piedmont Transplant Institute – Ne basta uno per avere una funzione renale normale».  «Mariana e io siamo semplicemente due persone normali – ha detto Don – Una che aveva bisogno di aiuto, cioè io, e Mariana, che aveva tanta voglia di dare un aiuto». Ma qui Don ha commesso un piccolo errore. Mariana non è una persona come tante. È semplicemente speciale.

Affittasi fidanzato, azienda offre innamorati a partire da 36 euro all’ora

Affittasi fidanzato. Non è la trama di un film per teenager, ma un vero e proprio business che sta avendo un grande successo, soprattutto tra le casalinghe.
Come riporta il Mirror, in Giappone è nato il primo servizio per noleggiare fidanzati in occasione di eventi speciali come lauree, matrimoni, battesimi.

20150530_99096_fidanzatoO anche solo per una passeggiata. Insomma un modo bizzarro per far sì che la zia “impicciona” di turno non ti chieda: “Come mai sei ancora single”?
Ovviamente con il fidanzato in affitto non è possibile scambiarsi effusioni o avere rapporti sessuali. Sono consentite solo passeggiate mano nella mano e innocui abbracci.  I ragazzi da affittare sono suddivisi in categorie in base ai prezzi:
Freschi 36 euro all’ora
Regolari 44 euro all’ora
Speciali 52 euro all’ora
Il 40 per cento del mercato è rappresentato dalle casalinghe che sono anche le maggiori clienti abituali.

Salute: pulizie di primavera per il nostro corpo

Con la bella stagione assistiamo al risveglio della natura, le giornate si allungano, gli alberi si vestono di fiori e allegria… e anche il nostro corpo subisce una trasformazione e come tutte le forme di vita, anche noi ci ridestiamo dopo il freddo.
Così, per favorire il benessere anche del nostro fisico, purifichiamo il nostro corpo e puntiamo sull’eliminazione delle tossine con una dieta equilibrata e tanti infusi diuretici.

benessereNon trascuriamo anche il movimento all’aria aperta e cerchiamo di essere felici, sorridere fa bruciare calorie!
Ma ecco nel dettaglio, tutto quello che possiamo fare per coccolare il nostro fisico, e anche la nostra mente:

Elioterapia. Il nome è complicato, ma si tratta semplicemente dei bagni di luce. E’ una pratica antichissima, infatti l’essere umano ha sempre saputo quanto la luce sia connessa all’energia vitale del pianeta Terra. Dunque non interrompiamo questa tradizione ancestrale e prendiamoci del tempo da passare all’aria aperta, lasciandoci baciare dolcemente dai raggi di un sole ancora tiepido e piacevole.

Meno grassi e zuccheri. Facciamo attenzione a quello che mangiamo, non tanto per essere belle e magre, ma per stare bene. Dunque diminuiamo le calorie, abbassando il nostro consumo giornaliero di grassi e zuccheri.

Attenzione ai condimenti. La dose giusta d’olio equivale a due cucchiaini o un cucchiaio scarso al giorno. Evitiamo le salse balsamiche, ad alto contenuto di grassi e zucchero e scegliamo l’aceto balsamico tradizionale oppure succo di limone fresco.

Spuntini. Facciamo dei piccoli spuntini in modo da non arrivare affamati al pranzo o alla cena. Se a metà pomeriggio abbiamo fame, ricordiamoci di tenere in borsa delle noci o delle mandorle, oppure scegliamo di fare merenda con uno yogurt, ottimo anche come dessert a fine pasto.

Beviamo. Con il caldo abbiamo bisogno di bere di più, dunque trasformiamo questo bisogno in una sana abitudine. Come fare? Portiamo sempre con noi una bottiglietta d’acqua oppure del tè fatto da noi o una buona tisana profumata da insaporire con pezzi di mela, pesca o lavanda sono ottimi anche freddi e, a differenza delle bibite, contengono meno zucchero e zero conservanti.

Aromi. Eliminiamo il sale dai nostri piatti, o almeno diminuiamo la dose giornaliera. Per insaporire i cibi, impariamo ad usare le erbe aromatiche e le spezie. Un po’ di maggiorana sui fagiolini o del curry sulle patate lesse cambieranno quel sapore piatto esaltando ogni sfumatura di gusto.

Libertà. Impariamo a scollegare il nostro cervello dal lavoro e dagli impegni quotidiani e dedichiamo del tempo libero solo a noi stessi e alle persone che amiamo.

“Quando saremo grandi ti porterò a ballare”. Mantiene la promessa fatta all’amica down

Ben Moser e Mary Lapkowicz, una storia che parte da lontano, dai tempi delle elementari. Erano amici, lui si sentiva in dovere di proteggere e far felice lei, nata con la sindorme di Down.
Le aveva promesso di portarla al ballo, poi alle medie le due strade si sono divise.

20150527_98851_1Lui è diventato un quaterback, ma non ha dimenticato il passato. E così ha mantenuto la sua promessa e dopo anni l’invito è giunto a destinazione. E ovviamente è stato accettato.
“Quando saremo grandi abbastanza, la porterò a ballare”, aveva detto Ben alla mamma di Mary. Poi il nuovo incontro alle superiori, questa volta su un campo da gioco. Lui è il quaterback della sua scuola, lei l’assistente dell’allenatore della squadra avversaria.
“Avevamo dei palloncini e ho scritto ‘ballo’ su uno di questi e lo ho portato a lei”. La reazione di Mary è di sorpresa: “Non ci credevo, pensavo di andarci con amici”. E il ballo ha avuto inizio.

Resta fermo per 5 minuti in questa posizione: un solo esercizio e tutto il corpo sarà allenato

Un esercizio di isometria utile a tutto la muscolatura. Bastano 5 minuti al giorno per veder lavorare tutto il corpo. E i risultati ne faranno valere la pena.
Una sorta di “ponte”, poggiato sui gomiti e sulle punte dei piedi con il corpo quasi parallelo a terra. Equilibrio garantito in gran parte dagli addominali e dai glutei.

20150527_5926Mantenere questa posizione non è semplicissimo, ma con l’allenamento sarà possibile per tutti.
Fondamentale è la contrazione dei muscoli delle gambe, dei glutei e soprattutto dell’addome. Le gambe sono tese così come la schiena che non si deve inarcare ma restare piatta. In contemporanea continua a respirare e non a trattenere. Si arriva ai 5 minuti per gradi, magari iniziando con 20/30 secondi a salire. Ripeti almeno cinque volte l’esercizio.
Questo permetterà la rassodazione dei glutei, il rinforzo della schiena, in particolare della zona lombare e ovviamente aiutano ad ottenere la “pancia piatta”. Provare per credere.