Paola Barale: “Raz è uno che va troppo veloce per me”

“Sull’isola siamo stati benissimo, sembravamo noi ai bei tempi. Lui è stato meraviglioso. Abbiamo ritrovato un’armonia che avevamo perso, ma nella quotidianità è uno che va troppo veloce per me. Io ho bisogno di fermarmi e ho anche bisogno che ogni tanto uno si fermi per guardarmi”. Paola Barale, nella puntata di “Verissimo” in onda sabato 29 aprile alle 16.10 su Canale 5, mette la parola fine ai gossip su un presunto ritorno di fiamma con Raz Degan.

paola-barale-1000x600

“Raz è stato un viaggio meraviglioso – prosegue – una persona molto diversa da me che mi ha insegnato a spostare i miei limiti. Io avrei voluto sposarlo. Io amo il matrimonio, mi sposerei tutti i giorni, però non lo faccio!”. Parlando dei suoi sentimenti nei confronti dell’attore e regista israeliano confida: “Una volta avevo in mente un’immagine di noi due: Raz che correva nel deserto ed io che tentavo di raggiungerlo. Oggi, invece, vedo sempre Raz che corre ma io sono comodamente seduta su di una pietra e lo guardo da lontano. Diciamo che lui corre e io ballo”.
La Barale non sembra alla ricerca di un nuovo amore: “Di amore ce ne è stato uno solo importante e forse ce ne sarà solo uno, a meno che non incontri qualcuno ancora più fuori di testa di Raz, ma la vedo dura! Non sono alla ricerca di un nuovo compagno. Nell’attesa di quello giusto mi diverto con quelli sbagliati”.

Una salsiccia da record a Norcia: “Lunga 700 metri, fatta tutta a mano”

Il 25 aprile a Norcia è anche il giorno del «Salsiccia day». «Realizziamo la salsiccia legata a mano più lunga della storia di questa città, 700 metri di prelibatezza per segnare un altro passo verso la rinascita», spiega Vincenzo Bianconi, presidente dell’associazione «I love Norcia» che ha ideato l’evento assieme al consorzio «We are Norcia».

«L’abbiamo voluto fare nel giorno della Liberazione perché vogliamo anche noi liberarci di questi mesi così difficili, segnati dal terremoto», aggiunge Bianconi. «È un evento che porta allegria e che assume un significato importante, vuol dire che questa gente e questo territorio hanno voglia di reagire, di guardare al futuro con ottimismo», ha detto il sindaco Nicola Alemanno che ha preso parte al «Salsiccia day» assieme a tutta la giunta comunale.
All’iniziativa hanno preso parte tantissimi nursini e turisti che hanno raggiunto la città di San Benedetto per vivere questo 25 aprile alternativo. Tra i visitatori anche un’intera famiglia che è arrivata a Norcia direttamente dalla Svizzera.

Gabriel Garko e Adua Del Vesco in crisi: “Lei vuole voltare pagina”

Si parlava di nozze, ma sembra che la coppia formata da Gabriel Garko e la giovane fidanzata, conosciuta sul set, Adua Del Vesco, stia vivendo un momento di crisi.

Gabriel-Garko-Adua-Del-Vesco

Adua addirittura vorrebbe “voltare pagina”: “A Zagarolo – Alberto Dandolo per “Oggi” – si dice ci sia maretta tra Gabriel Garko, 44, e Adua Del Vesco, 22.
Pare che I due in privato si tengano a distanza e che I loro incontri si siano ridotti a sole uscite pubbliche. Adua vorrebbe voltare pagina. Perché? Ah, saperlo…”.

Lele Mora star degli eventi, Gianluca Grignani lascia il tour e diventa attore

Da organizzatore di eventi, Lele Mora ha deciso di diventare l’evento stesso. Scontata infatti la sua pena, Lele ha deciso di presidiare gli eventi mondani in veste di star: “Ha deciso di passare dall’altra parte per diventare lui stesso una celebrity (quale è del resto) – fa sapere Carlo Mondonico nelle “Mondo News” di “Novella2000” – Mora sarà infatti la star dell’evento organizzato dal nuovo concept stare Rose’s Shop di Monza sabato 22 aprile, come si vede nella locandina dell’evento.

41108360

Un’inaugurazione con tanto di telecamere e Dj, che vedrà anche Ia presenza dell’ex tronista Alessio Lo Passo e dell’ex gieffina Guendalina Canessa. Lele Mora continuerà poi la serata al Kadrega Cafè, locale della movida monzese frequentato anche do. Barbara Berlusconi ci sarà anche lei?”.
Nuova vita professionale invece per Gianluca Grignani che presterà ancora il suo volto, dopo Branchie, per un’avventura cinematografica: “Gianluca Grignani – continua la rivista – ha momentaneamente sospeso la sua tournée per iniziare le riprese di un film che lo vedrà tra i protagonisti.
Non è la prima volta che Grignani si dà alla recitazione. Già nel 1999 era stato il protagonista di Branchie ma la pellicola che non aveva ottenuto successo, malgrado la presenza di Gianluca che all’epoca era all’apice del successo, un idolo delle ragazzine. Ora gli si ripresenta l’occasione per dimostrare se le sue capacità da attore valgono quanto quelle di cantautore”.

Senza acqua né luce, in un eremo su un dirupo: l’uomo pagato per fare l’eremita

Una vita senza acqua, elettricità o connessione internet. Stan Vanuytrecht è un pensionato belga che è stato selezionato per vivere nell’eremo di Saalfelden, nella regione austriaca di Salisburgo, potrà sicuramente godere di panorami spettacolari, aria molto pulita e assordanti silenzi. L’uomo, un 58enne ex ufficiale di artiglieria, è infatti stato scelto tra altri 49 candidati per abitare, dalla fine di aprile fino a novembre, la dimora costruita su un dirupo a 1400metri di altezza, sopra il castello di Lichtenberg.

stan_19200339

Ad annunciarlo è stato il sindaco Erich Rohrmoser che, insieme al sacerdote locale, Alois Moser, ha scelto Vanuytrecht tra le 50 persone di tutto il mondo che avevano fatta domanda. “Lo abbiamo scelto perché ci piace la sua personalità. Emana calma e dà l’impressione di avere un carattere centrato e robusto”, ha detto il sindaco. “Quando ho letto dell’eremo a Saalfelden, ho pensato: questo è il mio posto, è qui che voglio essere”, avrebbe detto il 58enne a Moser.
Vanuytrecht ha servito nelle forze armate del Belgio e ha lavorato come ingegnere di rilevazione per le società elettriche e come paramedico volontario nel pronto soccorso di un ospedale per 11 anni. Inoltre, ha studiato per diventare sacerdote e visitava regolarmente detenuti e pazienti psichiatrici da quando è diventato diacono tre anni fa. “Credo che queste esperienze siano un vantaggio per un eremita. E ‘importante essere in grado di ascoltare senza giudicare”, ha detto l’uomo.
Ricavato in una grotta naturale, l’eremo è rimasto disabitato da novembre 2016 quando il sacerdote che lo ‘custodiva’ ha deciso di tornare a vivere a Vienna dopo appena un anno. Da qui la decisione di mettere un annuncio su sito del comune di Saalfelden per cercare “un uomo dalla profonda fede cristiana che abbia a cuore la preghiera, la meditazione e la ricerca del sacro”.
Vanuytrecht, tuttavia, non sarà completamente da solo. Tra i suoi compiti ci sarà quello di accogliere pellegrini ed escursionisti che durante i mesi estivi visitano la vicina cappella del 17esimo secolo per pregare e condividere i loro problemi.

Corona accusa il fidanzato di Nina Moric lui risponde così in diretta dalla D’Urso

Luigi Mario Favoloso replica alla pesante accusa mossa da Fabrizio Corona nei suoi confronti, durante il processo che vede l’ex paparazzo come imputato: “È un tentativo per far parlare di questo processo. L’ho presa con una risata, Nina ancora più di me, perché mi conosce e sa come sono andate le cose”.

2379682_1942_favoloso_corona

Corona ha indicato in Luigi Favoloso il suo «sospettato» per l’episodio della bomba carta che esplose, nella notte tra il 15 e il 16 agosto scorso, sotto la sua abitazione. Fatto da cui poi scaturì l’inchiesta che ha portato a trovare i soldi cash di Corona nascosti in un controsoffitto.
Il «movente» di quell’attentato ai suoi danni, secondo Corona, «era quello di ottenere la custodia del minore e toglierla a me, perché così si sarebbe dimostrato che vivevo in una situazione di pericolo e mio figlio non poteva stare con me».
Favoloso replica “Mi sono dato parecchie spiegazioni. Per prima cosa, credo che lui abbia sempre una sorta di competizione con Nina, gli è rimasto un sentimento nei confronti di Nina………. Poi sa come sono fatto. Magari immaginava una fortissima reazione social, sapeva che sarei venuto qui e ha fatto tutto questo per far parlare di sé”.