Igor il russo catturato: da Budrio alla Spagna, le tappe di una fuga durata più di otto mesi

Una fuga lunga 8 mesi. Catturato in Spagna Igor Vaclavic alias Norbert Feher, il killer di Budrio accusato di aver ucciso lo scorso 1 aprile il barista di 52 anni Davide Fabbri, durante un tentativo di rapina, e la guardia ecologica volontaria Valerio Verri, freddata nelle campagne del Mezzano (Ferrara) sette giorni dopo, l’8 aprile, durante la sua attività di anti-bracconaggio mentre era insieme al poliziotto provinciale Marco Ravaglia, rimasto ferito.

1492109990453.jpg--

A carico di Igor ci sarebbe anche l’omicidio di un metronotte nel Ravennate avvenuto nel 2015.

LA FUGA – Otto mesi fa l’omicida si era dato alla fuga con un Fiorino, poi abbandonato, dopo aver speronato tre pattuglie dei carabinieri armate di mitra tra Consandolo e Molinella, prima di scomparire nelle campagne tra Campotto e Marmorta, in provincia di Ferrara, in un perimetro di circa 40 chilometri.

IL FIORINO – Dopo il ritrovamento della vettura erano stati repertati gli oggetti ritrovati all’interno tra cui garze, cerotti e una maglietta sporca di sangue, oltre a un giubbotto verde mimetico, alcuni viveri e una bicicletta.

LA ZONA ROSSA – Il killer veniva descritto come profondo conoscitore delle zone del Mezzano, dove trovava rifugio da più di 10 anni: quella stessa zona tra il bolognese e il ferrarese che è stata identificata come ‘zona rossà e setacciata per giorni alla ricerca del latitante serbo. Ma capace di confondere le autorità, attraverso altre identità.

L’IDENTIKIT – In un primo momento, infatti, per quanto riguarda l’identikit di Norbert Feher, si credeva fosse di origini russe per poi rivelarsi un ex militare serbo, già arrestato in due occasioni per furti e rapine nel Polesine e nell’Argentano, rispettivamente nel 2007 e nel 2010, e ricercato anche per tre rapine compiute nel 2015 e per una rapina con violenza sessuale in Serbia.

IL RICONOSCIMENTO – Il killer è stato riconosciuto in modo inequivocabile da Ravaglia, la guardia ecologica ferita durante l’aggressione subita assieme a Verri. Dal suo letto del reparto di terapia intensiva dell’ospedale Bufalini di Cesena ha ricostruito quanto accaduto: dopo aver fermato Igor nelle campagne del Mezzano per un controllo anti-bracconaggio, il fuggitivo ha sparato quattro colpi contro Ravaglia e uno contro Verri, uccidendolo con la stessa pistola che aveva ucciso il barista.

LA PISTOLA – Arma sottratta pochi giorni prima dell’omicidio di Budrio. Nella notte tra il 29 e il 30 marzo, infatti, una guardia giurata è stata aggredita a Consandolo: alle 2:30 circa, un uomo armato di fucile ha disarmato un dipendente della Securpol accorso per un allarme scattato in una piadineria. L’arma sottratta era una Smith&Wesson argentata calibro 9×21: la stessa che il primo aprile ha ucciso Fabbri e, una settimana dopo, Verri.

ALTRE VITTIME – E altre tre vittime si aggiungono, purtroppo, al numero delle persone che hanno perso la vita durante la caccia al killer di Budrio: durante le fasi del suo arresto in Spagna, infatti – come riporta la Guardia Civil su Twitter – viene indicato come autore dell’omicidio di due poliziotti e di una terza persona.

Grande Fratello al via, Belen Rodriguez pronta per la conduzione: “Provino superato”

Da tempo si parla della conduzione del Grande Fratello (non famosi) affidata a Belen Rodriguez.
Quest’anno non doveva andare in onda, ma per via degli ottimi risultati raggiunto dalla quella Vip sarà trasmesso anche se in versione ristretta.

belen-rodriguez-amici-maschi-etero

Dalle parole però si è passati ai fatti e la showgirl avrebbe sostenuto un provino per il ruolo: “Piersilvio Berlusconi ha ufficializzato al Corriere della sera il ritorno in onda del Grande Fratello dopo L’Isola dei Famosi, appuntamento fissato probabilmente ad aprile su Canale 5.
L’edizione nip non sarà condotta da Ilary Blasi e Alfonso Signorini – ha svelato Giuseppe Candela per Dagospia -ma in pole position ci sarebbe proprio Belen Rodriguez. Possiamo svelarvi che nei giorni scorsi la showgirl argentina, finita nel mirino per la deludente conduzione di Tu si que vales, ha sostenuto un provino per questo ruolo”.

Domenica in, si cambia: Caterina Balivo prende il posto delle sorelle Parodi? Ecco cosa sta accadendo

Ci sono cambiamenti in vista per Domenica In delle sorelle Parodi? Dopo i numerosi flop di questa stagione, Cristina e Benedetta dovranno cedere la conduzione ad una nuova presentatrice? Dopo il costante calo di share e i cambi apportati alla trasmissione, saranno presto sostituite da Caterina Balivo? Ecco quello che potrebbe accadere al programma di Raiuno.

1488628062990_1488628571.jpg--wilma_goich__gli_usurai__la_storiaccia_su_raidue__caterina_balivo_condannata

Se c’è un punto debole nella recente programmazione di Rai Uno, quello è Domenica In. Le sorelle Parodi non sono infatti riuscite a risollevare le sorti del programma. A poco sono valsi i frequenti cambi di format, la riduzione dell’orario di trasmissione e il ridimensionamento del ruolo di Benedetta Parodi. Qualcosa però potrebbe presto cambiare…
Le forti critiche che arrivano da ogni dove su Domenica In che, insieme alla costante perdita di share, potrebbe presto spingere la Rai ad una decisione drastica. A rivelarlo è il settimanale Oggi, che svela come dalle parti di Viale Mazzini si stia pensando di sostituire le due sorelle…
Chi sarà mai la nuova possibile conduttrice del salotto domenicale della rete ammiraglia?
Domenica In: le Parodi non vanno, la Rai pensa a Caterina Balivo
Il nome caldo è quello di Caterina Balivo, attuale conduttrice di Detto Fatto su Rai Due. È lei a poter raccogliere il testimone da Cristina e Benedetta Parodi, per cercare di resuscitare le sorti di Domenica In.
Al momento, quella della conduttrice campana è solamente un’idea, ma i piani alti della Rai starebbero pensando proprio a lei. Il costante successo di Detto Fatto potrebbe favorire il ritorno della bella Caterina sul primo canale. Ma quando potrebbe verificarsi questo cambio?
Domenica In, le Parodi sostituite a partire dalla prossima stagione
L’opzione più probabile è quella di lasciar concludere la presente stagione di Domenica In alle Parodi, affidando poi con largo anticipo le chiavi della trasmissione alla Balivo. I tempi sono quindi lunghi, e non se ne parlerebbe prima del prossimo settembre.
Nessun cambio imminente dunque. Benedetta e Cristina Parodi rimarranno ancora un po’ a condurre Domenica In. Il fatto che su di loro incomba l’ombra di Caterina Balivo le spingerà ad impegnarsi un po’ di più?