“Vi dico cosa trovo sexy negli uomini”. E la bella Danielle viene invasa da foto bizzarre

Una bella ragazza di 18 anni, che studia per diventare infermiera, ha causato su Twitter alcune reazioni bizzarre e memorabili. In un tweet, infatti, la giovane, Danielle McIver ha spiegato le tre cose che rendono gli uomini estremamente sexy: «Un uomo in abiti da lavoro, con abiti di cotone grigio o un uomo alla guida».

uomini-sexy-ragazza-riceve-foto-bizzarre_09121139

Quello che Danielle non poteva certo immaginare è che molti utenti si sono scatenati, inviando foto proprie o di alcuni amici per presentare una sorta di candidatura. C’è chi si è immortalato (o ha scattato foto a tradimento ad alcuni amici) in abiti da lavoro, chi si è fotografato alla guida e chi ha ironizzato sugli abiti grigi di cotone.

Sembra una dolce nonnina, ecco il terribile segreto che nasconde questa 80enne

La vedova nera del web è di nuovo libera. Dopo 3 arresti, l’anziana 80enne canadese Melissa Ann Shepherd è uscita dal carcere.
Melissa, tra la lunga lista di accuse, ha anche quella di omicicio: la donna avrebbe ucciso il suo secondo marito nel 1992 dopo averlo drogato e investito.

1625106_vedova-nera

Nel 2013 è stata condannata per il tentato omicidio del suo terzo marito dopo avergli avvelenato il caffè. I due si erano sposati in una cerimonia civile. «È un’attrice. Mi ha tenuto all’oscuro tante di quelle cose per molto tempo, mi racconta solo storie … Tutto quello che mi ha detto era una bugia», ha raccontato a Metro l’ex marito. La procedura della donna è sempre la stessa, adesca gli uomini in rete, dicendo di sentirsi sola e bisognosa di amore, per poi truffarli e ucciderli, o almeno provarci. Dopo l’ultima condanna, alla Sheperd è stata vietato l’accesso alla Rete, in più ogni volta che deciderà di cambiare look dovrà comunicarlo alla polizia.

Arisa sempre più decisa ed esigente: “Ecco cosa chiedo subito agli uomini”

Arisa stupisce sempre con la sua ‘Sincerità’ e non solo cantando il suo primo successo. L’artista lucana ha dichiarato in un’intervista a Il Fatto Quotidiano che dopo i 30 anni ha deciso di non perdere tempo e di chiedere subito agli uomini se sono gay o eterosessuali.

IMG_0213_LED-4442-U10603276437144jbD-U10603288437518e6C-186x170@LaStampa-NAZIONALE

Arisa aggiunge anche che vorrebbe che gli uomini fossero più decisi e intraprendenti perché lei sembra essere severa con tutti: “Sono molto esigente… A me piacciono le cose fatte bene e voglio persone accanto a me entusiaste. Io ho fatto tanti lavori nella mia vita e non mi sono mai sentita stanca o demotivata.

Se qualcuno attorno a me mi chiede ‘Non sei stanca?”‘ io quella gente la elimino perché mi toglie le energie, mi demotiva. Il punto è che io in effetti sono una scheggia impazzita e questo non aiuta nel lavoro, la gente spesso ha paura di chiamarmi. Sanno che sono brava ma poi magari si chiedono ‘E se le parte l’embolo?’. Basterebbe che l’ embolo non me lo facessero partire, per esempio. “.

Allenarsi in palestra per ore in cerca del fisico perfetto? Tempo sprecato, ecco il motivo

Vai tutti i giorni in palestra? Trascorri ore e ore ad allenarti per cercare di ottenere un fisico perfetto? Non serve a nulla, o almeno a poco. Secondo quanto suggerisce uno studio della ‘City University’ di New York, un corpo si adatta a maggiori livelli di attività cambiando metabolismo, in modo che siano bruciate meno calorie.

5e21d3cfd9bcc0db13ae5da246518d87_XL

Ovvero, anche quando ti impegni al massimo negli allenamenti, il tuo corpo cambierà per consumare meno.
I ricercatori hanno misurato i livelli giornalieri di attività e di energia consumata in più di 300 uomini e donne. Dai dati raccolti, riportati dal ‘Telegraph’, è stato riscontrato che le persone con livelli moderatamente alti di attività – ad esempio, chi va quotidianamente a piedi al lavoro o chi si chiude in palestra due volte a settimana – bruciano appena 200 calorie in più al giorno rispetto a quelli che vivono beati davanti alla televisione senza avere una vita altrettanto attiva.
Ma c’è di più. Come se non bastasse, dopo una certa soglia – descritta dagli scienziati guidati dal dottor Herman Pontzer come lo ‘sweet spot’ – il tempo supplementare passato a sudare in esercizi di ogni genere non producealcuna differenza in di calorie bruciate.

Gli uomini hanno bisogno di uscire da soli con gli amici. Lo studio: “è per la loro salute”

Buone notizie per tutti gli uomini che non vogliono rinunciare ad una goliardica serata tra amici: non solo fa bene allo spirito, ma anche alla salute. Uno studio degli scienziati dell’università di Gottingen , in Germania, ha dimostrato come i livelli di stress si abbassino maggiormente per gli uomini durante una serata ad alto contenuto di testosterone di quanto non accada in altre situazioni di relax che comprendano la compagna o la famiglia.

34790393

Anzi, secondo lo studio i livelli di ormone dello stress maschile salgono quando sono con il proprio partner o altri familiari, per poi diminuire in un gruppo di maschi.
Il gruppo ha studiato i macachi Babary, che sono stati scelti perché i loro comportamenti sono incredibilmente simili a quelli umani.
Christopher Young, del Primate Social Evolution Group dell’università ha detto: “Se i primati maschi vivono in gruppi con altri uomini di solito combattono ferocemente per le femmine, ma i maschi possono anche sviluppare relazioni amichevoli con alcuni membri del gruppo. I macachi maschi formano legami sociali simili alle amicizie umane, che funge da cuscinetto contro lo stress di ogni giorno”.

“Ecco che succede quando una donna invia foto di genitali in una chat di incontri con uomini”

La rete è uno strumento utilizzato anche per conoscere gente nuova e possibili partner. La realtà virtuale però può diventare difficile da gestire e molte donne si lamentano della volgarità che dilaga sul web. La scrittrice Kerry Quinn, stanca di ricevere foto di genitali maschili sui siti di incontri, ha ideato un piccolo esperimento inviando agli uomini conosciuti in rete foto di vagine.

20151124_111738_kerry

Una piccola esca per verificare l’atteggiamento dei ‘maschietti’ davanti a una tale disinvoltura e per ribaltare la situazione.
La scrittrice 27enne ha cercato immagini su internet e poi scelto con cura una quarantina di uomini nei dintorni di Los Angeles grazie all’App Bumble. Dopo qualche convenevole e qualche formalità ha inviato la foto delle parti intime femminili pensando che anche gli uomini si sarebbero indignati e avrebbero provato altrettanto fastidio. La maggior parte degli utenti della chat di incontri ha apprezzato il gesto, ma tre di loro non hanno risposto. Uno ha criticato la luminosità della fotografia.
“Mi ero preparata a ricevere qualche insulto e invece mi arrivavano molte descrizioni di quello che avrebbero fatto dal vivo”, racconta.
Quando Kerry ha chiesto di ricambiare con una foto dei loro genitali, quasi tutti hanno provveduto.